Al freddo i reparti di Ostetricia e Ginecologia al “Paternò Arezzo” di Ibla. Ragusa in Movimento chiede intervento Asp

0
241

“Ci segnalano che da qualche giorno è tornato a riproporsi il problema della mancanza di riscaldamento in alcune zone dell’ospedale Maria Paternò Arezzo a Ragusa Ibla. Fatto di inaudita gravità visto che le difficoltà si starebbero registrando soprattutto nelle sale che ospitano la degenza in Ostetricia e Ginecologia dove di solito si trovano i neonati”.

A lanciare l’allarme è Mario Chiavola, presidente dell’associazione politico culturale “Ragusa in Movimento” che ha raccolto le segnalazioni di numerosi cittadini preoccupati per quanto sta accadendo. “Naturalmente speriamo di sbagliarci e di essere prontamente smentiti dalla direzione generale dell’azienda sanitaria provinciale – continua Chiavola – ma già, nei giorni scorsi, proprio a causa del malfunzionamento dell’impianto, fatiscente e obsoleto e non di facile sostituzione, si erano verificate tutta una serie di problematiche che meritavano di essere verificate. Ora di nuovo questa emergenza che ci spinge a chiedere con forza, all’Asp, di intervenire. Tra l’altro, rispetto ai giorni scorsi le temperature sono parecchio calate e quindi la condizione generale dei pazienti che si trovano a dovere fare i conti con disagi del genere non è certo delle migliori”.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome