Il dramma tra l’essere e l’apparire con un intenso Sebastiano Lo Monaco in scena al Teatro Garibaldi di Modica con “Il berretto a sonagli”

0
268

Un Ciampa carico di un’intensa umanità ha fatto sorridere e riflettere uno strapieno Teatro Garibaldi di Modica nella raffigurazione di un dramma personale, che accomuna un po’ tutti: un’anima solo apparentemente pacata, mediocre e rassegnata, ma in realtà passionale, straziante ed intensa che ha saputo conquistare il numerosissimo

pubblico del teatro modicano. Con “Il berretto a sonagli” di Luigi Pirandello ieri sera è andata in scena una commedia che è tragedia insieme, in una costante oscillazione tra l’essere e l’apparire che trascina l’umanità in un eterno conflitto interiore. Un coinvolgente Sebastiano Lo Monaco, nella doppia veste di regista e protagonista, ha dato vita alla sua personale visione dell’opera pirandelliana, quella di un Ciampa quarantenne, eroico e insieme intimamente umano, che vive la personale tensione tra la “corda pazza” e la “corda civile”, nell’estenuante tentativo di salvare la reputazione. Istinti naturali si scontrano con le regole morali imposte dalla società in quel ricorrente alternarsi tra “pupo” e maschera” tipico del teatro pirandelliano, in una messa in scena molto apprezzata dal pubblico modicano, forse perché “viva e non scritta”, come l’ha definita lo stesso regista. Come “vivi e non scritti” sono stati d’altronde tutti gli altri personaggi in scena, interpretati da Maria Rosaria Carli, Claudio Mazzenga, Barbara Gallo, Rosario Petix, Lina Bernardi, Lucia Fossi e con la partecipazione di Gianna Giachetti. Tanti applausi, misti a risate e intime meditazioni, per uno spettacolo che ha adeguatamente omaggiato la profonda penna pirandelliana, fornendo di essa una lettura nuova e profondamente attuale. Gli appuntamenti con la Fondazione Teatro Garibaldi proseguono sabato 9 dicembre, alle ore 21.00, con l’ultimo concerto della straordinaria stagione musicale dei record 2017, il “Gran galà della musica lirica e sinfonica” con l’Orchestra giovanile Bellini di Catania, diretta dal maestro Giuseppe Romeo. Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito fondazioneteatrogaribaldi.it.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome