Ivana Castello(Pd): “Sono stata esautorata da capogruppo consiliare a Modica”

17
3288

La politica modicana innesca una nuova querelle di natura fratricida per la situazione quasi imbarazzante creatasi all’interno del Partito Democratico per via del cambio di ruoli tra Ivana Castello e Carmelo Cerruto quale capogruppo al consiglio comunale. La Castello, forte dei suoi 2500 voti alle ultime elezioni regionali, non si attendeva minimamente di perdere la leadership del suo gruppo in seno alla civica assise. E se il Pd riconduce tutto ad una normale rotazione, lei punta il dito su Michele Colombo della corrente renziana che in provincia di Ragusa è rappresentata da Nello Dipasquale.

“Sono stata esautorata – dice la consigliera – da Colombo”. Quest’ultimo, dal canto suo, precisa che il cambio di ruolo è stato firmato da tutta la componente democratica, quindi anche dallo stesso Cerruto, dal segretario cittadino, Giovanni Spadaro e da Andrea Caruso. Scoppia, insomma, la frattura nel Pd a pochi mesi delle Amministrative. Una rottura che potrebbe fare il gioco dell’attuale sindaco, Ignazio Abbate, l’unico, in atto, ad avere ufficializzato la sua candidatura. Allo stato non si sa quanto questa frattura possa giovare al Pd che continua a ricercare una propria identità e nemmeno è difficile presupporre che la Castello potrebbe dare una rappresentanza in consiglio ad Articolo Uno, qualora decidesse di mantenersi da quelle parti, alleandosi con il movimento che ha avuto in città una buona affermazione con Salvatore Poidomani. L’unico dubbio riguarda l’eventuale candidatura a sindaco. La consigliera non ha mai negato l’ipotesi di un tentativo per scalare verso la poltrona cittadina più ambita per la quale, però, Articolo Uno dovrebbe puntare sullo stesso Poidomani.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

17 Commenti

  1. Il PD modicano e a questo punto anche quello provinciale , visto il peso politico di Di Pasquale in provincia , in mano ad ex di Forza Italia dovrebbe far rabbrividire a chi si crede di sinistra da quelle parti. Complimenti vivissimi ai gruppi dirigenti .

  2. Attendiamo la difesa del “pd demo-forzista” da parte di @zulu! Ma non riuscite nemmeno a vergognarvi?

  3. Da non credersi, ancora un autogol……oserei dire MANOVRA SUICIDA.
    Spero vivamente che art. 1 non accetti alleanze con questo pd.

  4. Ma la castello potrebbe ritornare al partito di provenienza mi sembra che era di destra perché scandalizzarsi di di pasquale ava

  5. Qualcuno poco tempo fa mi attaccò quando scrissi che la Castello sarebbe stata solo una “Donatrice di Sangue” per i “Succhiatori di Sangue” della politica di tanti partiti.Dopo questo suo comunicato e se continuerà ad essere schietta arriverà inevitabilmente a dichiararsi Indipendente e sarà sempre più isolata e combattuta dagli “Apparati di Partito”.Vedremo i prossimi suoi passi politici in Consiglio Comunale e fuori.Intanto questo suo schietto comunicato merita Rispetto!

  6. La base può cambiare i vertici.
    Io accetterei la decisione della componente democratica.
    Chiederei le primarie per il candidato sindaco delle future amministrative e poi tirerei le somme.
    Il signor Di Pasquale ha avuto vita facile alle regionali grazie alle divisioni della sinistra modicana.
    Il PD modicanano dovrà valutare se essere servo del ragusano o far crescere una/o modicana/o.

  7. Eccomi Piero, vede, io sono tranquillo, ho rappresentato già la mia ammirazione per Ivana Castello, ma ho rappresentato ancora con più forza l’auspicio di unirsi a Modica con MPD per esprimere un candidato Sindaco Unitario, ho evidenziato che Poidomani ha anche preso più voti della Castello. Per me se questo serve per una unione della sinistra, va bene anche senza le bandiere del PD (non conosco le motivazioni di questo avvicendamento e quindi non posso dire niente). Ma cosa pensa Piero, che sia semplice tifo da stadio? Il mio auspicio è sempre il fatto di avere un unico candidato che unisca tutta la sinistra, solo questo… non mi interessano tutti questi se, ma… è un modo di fare politica scadente che si trova solo a sinistra, la sinistra purtroppo è popolata da individualisti e tifosi. Sig Piero, vede io non ho problemi a scegliere anche un candidato dell’MDP, vede io HO anche votato alle primarie per Bersani prima del 2013, stia tranquillo, che crede, ma se poi si perdono le elezioni, correttezza vuole che si dia spazio ai giovani che poi in seguito le hanno vinte e mi riferisco a Renzi. Il mondo è sempre andato così Piero, arrivano i giovani e si cambia e si va avanti. Ma lei ha figli Piero? Se si, mi chiedo continua a fare il tifo in politica? Occorre essere responsabili secondfo me. Spero comunque che qualcuno del PD dia un contributo di chiarezza. Volevo dire a Gio che probabilmente Di Pasquale ha vinto per il grave errore che aveva fatto Di Giacomo contro l’apertura dell’ospedale nuovo di Ragusa e non per Modica, secondo me Modica non ha influito affatto. Spero poter leggere altre idee e informazioni su questo, ringrazio e saluto tutti.

  8. Ma perchè tanta rabbia, andiamo al positivo, come dice ‘zulu, votiamo il candidato mdp e se la Castello si inserisce, ben venga, non cambia niente per la sinistra, se chi rimane del PD non vuole appoggiare, va bene lo stesso… è importante che si raggiungano i numeri, per poter vincere. Modica ha bisogno, sperando che i “pseudocomunisti” si vogliano assumere le responsabilità, non vorrei che con Poidomani Sindaco, poi lo rinneghino come hanno fatto 5 anni fa con Crocetta. Tutto è possibile… dalle nostre parti, porto di arroganti e tifosi.

  9. Resto ancora una volta allibito, confuso, disorientato da questo atteggiamento incredibile che il PD ha usato… Dopo vent’anni di fratture a SX e disgregazioni adesso, non contenti assistiamo ai suicidi di massa del partito. Sono nauseato, stanco, avvilito: abbiamo avuto la Castello unica voce critica di un’amministrazione fiacca, logora, in stato larvale e di sudditanza capace di scuotere le nostre coscienze (???) ed ora, con un colpo di mano si caccia via!! E’ inaudito! Forse per punirla di un successo inaspettato (scuotendo il torpore dei modicani) a dispetto del Comandante Ragusano? Si sono genuflessi tutti e non mi sarei mai aspettato un atteggiamento dai vari Giovanni Spadaro che vendono la loro città agli avventurieri e lasciano la guida a dei sbarbatelli (politicamente parlando) di primo pelo. Non ce la faccio a tacere: qualsiasi decisione prenda la Castello io sarò con lei e la sosterrò per la sua Capacità, la Competenza, e soprattutto per l’Onestà Intellettuale dando un grande Addio ad un partito che non mi rappresenta più…

  10. Caro ‘zulu, il sig. Piero non ha bisogno di avvocati difensori, ma la sua arringa da “pubblico ministero” è farneticante e sconclusionata. Lei non ha capito un niente!

  11. Veda @zulu, non c’è da star tranquilli a causa delle magagne politiche che si verificano in seno al pd modicano (e non).
    Ma di quale tifo da stadio parla? Ma di quale responsabilità parla? Quella di Colombo & C.?
    Guardi che quello che hanno fatto a Modica colpisce, mortifica e infastidisce anche l’Mdp e chissà che la Dottoressa Castello non voglia unirsi alla vera sinistra con un unico candidato che gliele suoni a quel signorotto borioso frigintinaro.

  12. È stato sicuramente un colpo basso, non consentito in qualsiasi disputa, fisica o mentale perché significa approfittare delle parti scoperte, deboli dell’ avversario, mettendolo nelle condizioni di non potersi difendere. Se tutto ciò viene guardato, tuttavia, anche dalla prospettiva della persona “offesa” c’ è da chiedersi in che modo la signora Castello si è resa vulnerabile al punto da consentire di essere esautorata. È vero che nell’ arco degli anni, che l’ hanno vista opporsi con forza alle storture palesi dell’ amministrazione Abbate, ha dato prova di saper chiamare ogni cosa con il proprio nome ma è anche vero che lo sfondo dal quale ha provato a farsi sostenere è stato caratterizzato da una innegabile solitudine. Forse è anche per questo che tutti i messaggi espressi e resi pubblici dalla signora Castello non hanno trovato terreno sufficientemente fertile nella cittadinanza. Non basta, infine, contare i voti di una qualsiasi kermesse elettorale per riconoscersi in un ruolo o in un compito. Ci vuole altro, molto altro…..

  13. In termini calcistici potremmo dire di aver assistito ad una travolgente azione, conclusa con un fantastico AUTOGOL.

  14. Vorrei sentire il punto di vista di Giovanni Spadaro, sono assolutamente amareggiato, tuttavia le scelte si fanno a maggioranza e se una maggioranza ha fatto questa scelta è loro la responsabilità. Andiamo sempre per un centro-sinistra unito. Grazie

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome