Palazzo degli Studi a Modica. Riceviamo e pubblichiamo

0
1182

Mentre chi vive quotidianamente il Palazzo degli Studi non può che rallegrarsi per la contingenza favorevole che ha spinto il Sindaco a rivedere l’illuminazione della facciata esterna del Campailla, fosse anche per la visita del Principe di un’isola sperduta della Polinesia,

arrivano sempre i soliti ignoti a rompere l’incanto e con il loro intervento pensano di gettare nella fossa dei leoni chi si spende da diversi anni per il bene della città.
Sappia l’opinione pubblica che proprio dall’insediamento dell’Amministrazione Abbate l’Istituto “Galilei – Campailla” (e quindi anche il Liceo Classico che ne fa parte) ha intrecciato una sana e positiva collaborazione con l’Ente: in questi anni il Sindaco si è sempre mostrato disponibile alle richieste avanzate dal sottoscritto aiutandolo a realizzare progetti culturali di vasta portata, in una relazione reciproca di intesa e continua collaborazione.
Proprio quella mancata collaborazione per la quale si dicono amareggiati e delusi i soliti ignoti, che anziché cercare un dialogo costruttivo e interlocutorio con l’Ente proprietario del Palazzo si fanno avanti a suon di lettere scomodando persino il Presidente della Repubblica. I problemi cronici del Palazzo (la ristrutturazione del Terzo Piano) non potranno essere mai risolti in un clima di astio e di pretese imponderate e imponderabili.
È più facile pretendere senza una proposta costruttiva invece di collaborare come questa istituzione, di cui sono il legale rappresentante, ha sempre fatto e continuerà a fare per il bene della popolazione scolastica.

Il Dirigente Scolastico
del Galilei Campailla
Prof. Sergio Carrubba

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome