A Modica esplode il fenomeno sociale della Banda musicale Belluardo – Risadelli

1
2276

Protagonisti dell’edizione serale della Madonna Vasa Vasa di Modica, il cui inno è stato scritto dal Maestro Sergio Civello, i ragazzi della Banda Musicale “Città di Modica Belluardo – Risadelli” domenica accompagneranno la lunga e sentita processione di S.Giorgio. Un onere ma anche un onore che la Belluardo – Risadelli ha accettato ben volentieri nonostante la giovanissima età di costituzione. Appena un anno e mezzo fa si sono riuniti un gruppetto di amici con un passato comune nel Corpo Bandistico Città di Modica e una passione mai sopita.

Da allora tanta acqua è passata sotto i ponti, concerti, feste, esibizioni. E un numero sempre crescente di “banditi” (come si chiamano scherzosamente tra di loro) fino alle attuali 44 unità. Cui vanno aggiunti i 78 allievi della scuola di musica la cui gratuità è stata da sempre un imperativo imprescindibile per la banda del Presidente Gianluca Cataldi. “La musica è di tutti – commenta il presidente – ed è giusto quindi tenerla a portata di tutti. Ringrazio tutti i maestri della nostra scuola che gratuitamente insegnano ai ragazzi delle nostre “giovanili”, passatemi il termine calcistico. Siamo un fenomeno sociale perché dal nulla siamo arrivati in pochissimo tempo ad oltre 120 componenti e la famiglia continua sempre a crescere”. Insieme al Maestro Corrado Civello, sono stati i padri fondatori della “Belluardo – Risadelli”: “Istituire un’associazione bandistica ex novo – precisa il Maestro Civello – arrangiandosi coi propri mezzi, è stata un’operazione ardua; partire da un gruppo di 7 per giungere a 120 compresi gli allievi nel volgere di due anni significa aver riempito un vuoto che in città tutti aspettavano.
Ancorché associazione musicale, la Banda musicale Città di Modica “Belluardo-Risadelli” è formazione sociale, dove le persone si aggregano, elevandosi come singoli. Intitolarla a Enzo Belluardo non è casuale; egli lanciò segnali precisi in tal senso. Colgo l’occasione per ringraziare il Sindaco di Modica che ci ha appoggiato fin dal primo momento della nostra nascita, credendo sul valore aggregante della musica bandistica. Suonare dietro la statua di S.Giorgio per noi sarà un onore grandissimo e per questo volevamo ringraziare l’associazione portatori di S.Giorgio, in particolare nella persona di Marco Borrometi”.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

1 commento

  1. UNA GRANDE E BELLA REALTA’. COMPLIMENTI AI RAGAZZI CHE SI SONO IMMERSI IN QUESTA AVVENTURA SENZA NESSUN AIUTO DA PARTE DI NESSUNO E TANTOMENO DAL COMUNE CHE DA DUE ANNI LATITA………

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome