Abbate: “La strana crociata anti Sicilia di Giletti & co. Modica finisce nel calderone”. Riceviamo e pubblichiamo

17
4838

Spiace molto vedere un fuoco di fila come quello ‘subito’ dalla Città di Modica ieri, alla trasmissione ‘L’Arena’ del signor Giletti, dove esce un’immagine ‘falsa’, brutta ed ingiusta della nostra Gente e del nostro comune. 
Mi spiace molto tutto ciò. 
E mi spiace come primo cittadino di una meravigliosa Città, perchè in quell’orgia mediatica anti siciliana che ormai ‘alberga’ nell’animo del signor Giletti e che egli manifesta ogni domenica, è andata a finire la nostra Modica e la Gente che qui vive e LAVORA!

Un dispiacere che è ancora più forte se si pensa che il regista di quella trasmissione è un MODICANO, il signor Giovanni Caccamo, ‘figlio’ di questa Città, che in questa Città è cresciuto e che da questa Città ha cominciato il suo cammino verso quelle vette professionali che ha raggiunto…
Dimentico anche lui di questo, ha dato ‘una mano’ a dipingere ciò che Modica non è, facendola diventare ‘zimbello’ al pari e peggio di altre realtà oltre la linea ‘gotica’ fiorentina cui il signor Giletti è devoto e che bellamente ignora per lanciare i suoi strali contro il Sud, la Sicilia in particolare e la nostra Città ieri.
Avere il regista modicano, poteva far ‘scontornare’ meglio i confini dell’accusa contro Modica
Invece, tutto ciò è stato ignorato ed anzi, la mano s’è calcata ben al di là degli oggettivi ‘demeriti’
Capisco che ‘nemo proheta in patria’, ma, da un Modicano come il regista di quella trasmissione, mi sarei aspettato un po’ più di VERITA’ su Modica e non questo ‘massacro’ mediatico che im lascia basito, che mortifica la realtà e che ha anche la firma in calce di un Modicano, evidentemente un pò troppo ‘romanizzato’ per capire che le cose, nella mia e nella NOSTRA CITTA non stanno come le ha dipinte la sua trasmissione…
Grazie e Buona Pasqua
Il sindaco di Modica

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

17 Commenti

  1. La trasmissione di Giletti é patetica, la regia di Caccamo… boh non entro nel merito di cose che non conosco, ma difendere a spada tratta quello che tutti sanno é spregevole.
    Non denunciare ciò che andrebbe denunciato, solo perché si fa parte di quel luogo mi sa di omertà.
    Forse il sig. sindaco dovrebbe togliersi le fette di cioccolato dagli occhi, come spero lo facciano tutti i cittadini modicani alle prossime elezioni. Ma temo che il nostro immobilismo e la nostra genetica predisposizione a lasciare che tutto scorra ci porterà ad altre trasmissioni e ad altre lettere di accorate rimostranze da parte di chi dovrebbe amministrare e non pensare alle proprie convenienze.

  2. Perchè il sindaco non chiede “rettifica”al direttore ,altrimenti procedere alle vie legali per diffamazione a mezzo stampa ?
    E meschineria lagnarsi e non agire …

  3. …..perchè il sindaco non è intervenuto in trasmissione?
    Modica e i suoi abitanti con le gloriose tradizioni prendono le distanze da simili infamie….

  4. Subito ricorrere al diritto di repica…
    L’art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che “il direttore o, comunque, il responsabile è tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell’agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignità o contrari a verità, purché le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale”.

  5. Dal tono di queste dichiarazioni del sindaco temo che a questo regista ” traditore ” della città di Modica verrà tolta la cittadinanza .

  6. Coloro che rimangono basiti siamo noi (!) a leggere tale presa di posizione.
    Giletti nel corso della trasmissione ha più volte detto che ha cercato di contattare il sindaco in più modi senza aver risposta, quindi inutile fare sterili proteste adesso… quando già si sapeva che sarebbe stato affrontato questo tema. Bisognava da subito dire la propria, e non nascondersi.
    Dire la propria poi su cosa? Sappiamo tutti l’andazzo esistente. Che i più siano stati giudicati non colpevoli.. beh… buon per loro, e null’altro.
    Il fatto che prima il comune si era dichiarato parte civile.. e con l’attuale sindaco non lo è più stato… beh questo già dice tutto.

  7. La RAI si sarebbe dovuta occupare molti anni prima della città di Modica quando ci siamo stati cittadini che abbiamo fatto pressioni per come questa città veniva amministrata e come viene amministrata. Io non guardo la televisione e ciò che è successo con Massimo Giletti mi è stato raccontato e ben vengano altri Giletti per fare scoperchiare il marcio prodotto da ominicchi che fanno i galletti qui e diventano pulcini quando vanno a Roma o A Palermo. Vergognatevi!!! La povertà. dilagante e il territorio violentato. E ci vantiamo di essere patrimonio dell’Umanità. Ancora VERGOGNA!!!

  8. Ma cosa centra il regista Modicano??
    Queste trasmissioni di solito attaccano le cose che non vanno in Italia come l’assenteismo sul posto di lavoro. Fenomeno per cui si sono resi tristemente protagonisti alcuni dipendenti del comune di Modica, come ben sappiamo. Giletti avrà uno staff di 20 autori che gli coordinano il lavoro giornalistico. E secondo lei il regista doveva dire “Ragazzi io sono Modicano ,andateci piano”. E soprattutto certi tagli mica li decide solo lui, ma tutto lo staff autorale, in base alla piega a cui si vuole dare il servizio.
    Io non seguo molto queste trasmissioni, ma in base a quanto sentito ieri, loro hanno inviato molte mail e chiesto molti incontri chiarificatori per una situazione che ancora oggi butta fango sui lavoratori onesti e su Modica tutta. Magari sarebbe stato opportuno prendere posizioni più nette.

  9. Che giornalismo da strapazzo….
    Solidarietà alla città, al sindaco e alla maggioranza dei lavoratori per bene.

    La sostituzione popolare alle regole, alla procedura, al giudizio questo è il vero scandalo.
    Si disconoscono fatti, dettagli, particolari in nome di un grillissimo ‘fidatemi di me…’
    La verità in diretta senza contraddittorio
    Semplice facile efficace …. e poco importa se un potere dello Stato ha ridimensionato tutta questa vicenda
    La legge del fango dell’ascolto del business da strapazzo ha le sue Vergognose regole…..

  10. Per l’ennisima volta il sindaco dice le cose che hanno poco da fare con la verità. In primis, un regista è un lavoro tecnico che abbia nulla da fare con il contenuto di un programma. Un sguardo a wikipedia avrebbe fornito i fatti sul ruolo del regista. Ma non, il sindaco va per strada sua e insiste che Modica non meritasse un sguardo attento ai lavoratori che non lavorano e i vigili che non vigilano. Uno che prenda un stipendio e non lavora è semplicemente un ladro, ….. non dallo ‘stato’ ma dalle tasche dei modicani stessi. Se il sindaco è contento che noi, i contribuenti, pagano per i dipendenti publici per fare spese, parlare al telefono per ore, andare al circolo, parcheggiare dove vogliono, e non svolgere loro lavoro – deve solo metterlo nel suo manifesto per gli elezioni comunali.

  11. Il Signor Sindaco ha semplicemente fatto una figura di cacca…
    mi sarebbe piaciuto che la trasmissione affrontasse anche altri argomenti oltre l’assenteismo, per esempio come sono state concesse certe autorizzazioni a costruire opere in cemento armato sulle dune di Punta Regiglione, ad esempio.
    Il Sindaco avrebbe fatto più figura se avesse risposto con chiarezza e subito, le riunioni potevano essere rinviate di una
    mezz’ora…

  12. Certamente, alla luce di quanto è successo in questi anni, io ritengo che oggi abbiamo il peggior Sindaco che Modica abbia mai avuto. Detto questo però, sono sempre più convinto che la responsabilità primaria non è assolutamente sua, ma dei cittadini che lo hanno votato, senza se e senza ma. Spero che i modicani non votino altra gente come lui, anche se all’orizzonte si vede qualche incapace sotto bandiere populiste che si sta’ riscaldando, magari proponendosi come un “vergine” della politica. Se i modicani ci cascano di nuovo, allora questo è quello che meritano: io sceglierò il prossimo Sindaco dall’umiltà e dalla forza di affrontare quella complessità che serve per un comune come Modica; chi mi dirà che è semplice risolvere le questioni modicane e dell’enorme debito, neppure lo prenderò in considerazione, anche perchè questo era lo stesso cavallo di battaglia che usava l’attuale Sindaco (propagandava addirittura di togliere l’IMU…). Entrando nel merito dell’articolo, il servizio, naturamente propendeva per una visione qualunquista della realtà, nel filone di andare a distruggere la pubblica amministrazione, ma nell’essenza era assolutamente condivisibile e non ha alcun senso vederla nell’aspetto campanilistico.

  13. Condivido ciò che Ciccio dice, siamo allineati nei nostri commenti. Mi piace “all’orizzonte si vede qualche incapace sotto bandiere populiste che si sta’ riscaldando, magari proponendosi come un “vergine” della politica”… immagino anch’io la stessa persona o le stesse persone (ex sinistroidi che ora diventano destroidi)… la volta scorsa c’era un po’ di timidezza e portarono avanti un vittoriese. Ne vedremo delle belle, ma come dice lei Ciccio se i modicani scelgono questo vuol dire che ancora hanno necessità di andare più in basso… forse saranno salvati in estremis da un bel dissesto provvidenziale… vedremo. Grazie e saluti a Ciccio

  14. Condivido pienamente quanto scritto da @Ciccio e @’zulu : Modica necessita di un Sindaco umile, capace, onesto e che ascolti i cittadini, che spieghi a loro i disastri fatti e quali possono essere i sacrifici da fare. Ribadisco ad alta voce : Modica non ha mai avuto un sindaco peggiore di quello che abbiamo! Ha distrutto letteralmente le casse comunali infischiandosene dei sacrifici fatti dalla passata amministrazione. Tutto per “pubblicizzarsi elettoralmente” la campagna elettorale regionale che, per sua sfortuna e nostra fortuna, non potrà fare perchè nessun partito lo vuole ospitare tra le sue fila.

  15. Grazie da parte mia a pietro & paolo, vorrei tanto vedere un commento da parte di coloro che pensano di proporsi ad amministrare Modica e che ritengono che gli altri siano poco capaci… ma perché non si fanno sentire…? paura del contraddittorio forse? grazie e rimango in attesa

  16. @’zulu
    la saluto, molti ci ritengono simili, ma non lo siamo completamente, lei è troppo buono o forse buonista, io, pur rispettando i punti di vista altrui, non sono assolutamente buono e sono molto duro nei confronti di tanti ex piddini o ex forzini che oggi si sentono nuovi della politica perchè dai loro ex partiti sono stati cacciati, per me loro sono i peggiori.
    pietro & paolo, grazie, anche io vorrei vedere altri commenti da parte di “questi” nuovi che vorranno amministrare Modica.

  17. … e allora ci teniamo quello che abbiamo? d’altronde se sono stati fiori, fioriranno, mentre se nei fiori ci sono le spine …

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome