La condanna per mafia è definitiva. Arrestati 9 pregiudicati gelesi e un ragusano

0
567

La Corte di Cassazione ha riconosciuto colpevoli nove gelesi e un ragusano, condannati, a vario titolo, per associazione mafiosa, spaccio di stupefacenti, possesso illegale di armi, rapina ed estorsione.
Arrestati dalla polizia di Gela Carmelo Collodoro, di 55 anni, Sandro Emmanuello, di 41, Giovanni e Giacomo Di Noto, rispettivamente di 62 e 36 anni, Salvatore Cannizzo, di 54 anni, Giuseppe Morello, di 42, Angelo Vizzini, di 38 anni, Angelo Camiolo, di 63, e Gioacchino La Cognata, di 42 anni, tutti di Gela, e Giuseppe Biundo Deodati, 69 anni, originario di Ragusa, in in esecuzione di un provvedimento della Procura generale presso la Corte d’appello di Caltanissetta,

L’inchiesta antimafia che li riguarda, denominata «Tetragona», è riuscita a sgominare i traffici illeciti di Cosa Nostra gelese che si sviluppavano tra la Sicilia, la Liguria e la Lombardia.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome