Spadaro(Pd): “Via Michele Pulino a Modica è abbandonata da anni”

7
387

“Diversi mesi fa ho segnalato all’amministrazione comunale lo stato di abbandono in cui versa la via Michele Pulino e il costante disagio dei residenti. Nonostante le rassicurazioni dell’assessore al ramo su un intervento risolutivo entro il mese di dicembre 2016,

nulla è cambiato tranne l’esasperazione dei cittadini sullo stato di abbandono di Via Michele Pulino a Modica”. Il segretario cittadino e consigliere comunale del Partito Democratico, Giovanni Spadaro, torna a sollecitare l’amministrazione a provvedere sollecitamente alla definitiva sistemazione della via Michele Pulino.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

7 Commenti

  1. E’ veramente una indecenza, non è possibile lasciare una via in quelle condizioni. Non sapevo personalmente cosa era accaduto, ma dovendomi recare alle vecchie scuole di Sant’Anna ho visto un degrado ed una sporcizia di tutta la strada dove vi sono 2 muri caduti salendo a sinistra. Veramente indecente.

  2. SCUSATE IO E DA UN ANNO CHE PARLO CON IL SINDACO ABBATE E LUI UN ANNO CHE MI PRENDE IN GIRO CHE MI DICE CHE ME LA PORTA SETTIMANA PER SETTIMANA A FARE LA STRADA DI VIA MICHELE PULINO. SONO STATI CAUSATI INCIDENTI CON AUTO E MOTO, MI SEMBRA CHE IL SINDACO VUOLE DEI MORTI PRIMA CHE GIUSTA LA STRADA

  3. Se non ricordo male il sindaco aveva promesso che dopo ferragosto la ditta aggiudicatrice dei lavori doveva iniziare il cantiere di via Michele Pulino. Però non voglio dare colpe al povero sindaco……non ha specificato l’anno ma solo “dopo ferragosto.”http://www.radiortm.it/2016/07/27/modica-muro-di-via-pulino-il-16-agosto-lapertura-delle-buste/#more-321863

  4. Di seguito quanto riportato nell’articolo del Settembre del 2016 : “Finalmente si è concluso l’iter burocratico che ci ha portati a risolvere un problema annoso che ha causato diversi disagi ai residenti di quello storico quartiere. Dall’indomani del crollo, da più parti si è chiesto ad alta voce di intervenire e finalmente ci siamo riusciti. Anzi siamo andati oltre appaltando anche il rifacimento della pavimentazione che presentava ormai vistose irregolarità e pericoli per la circolazione. Che poi a vincere sia stata una Ditta “nostrana” non può che farci ancora più piacere visto che i fondi resteranno nel territorio. A brevissimo l’inizio dei lavori”. Intanto non si capisce chi parla, il sindaco? Boh!?! Poi, per “brevissimo” cosa si intende? A fare le promesse è molto semplice, il problema è mantenerle.

  5. Voglio precisare che il mio intervento non è assolutamente contro sindaco o vicesindaco o altri dell’amministrazione, che anzi ringrazio poiché hanno fatto burocraticamente tutto quello che andava fatto, fino ad arrivare alla gara di appalto espletata vinta da una ditta che ancora aspettiamo all’opera, ma che prima o poi inizierà , si spera.

  6. Sig. Di Rosa, ma perchè non va dal Sindaco e gli chiede i motivi per cui la ditta non ha iniziato? Si faccia dare tutta la documentazione, magari si potrà trovare il cavillo che impedisce a questa azienda di iniziare i lavori. Sa, è molto strano che una azienda, con la penuria di lavoro che c’è e con gli obblighi di inizio/fine lavoro, dopo sei mesi dall’appalto vinto, non abbia ancora iniziato i lavori. “A viri chi cè sutta” così replica il popolo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome