Share

Ancora un giro di vite dei carabinieri nei locali pubblici di Pozzallo. In uno il proprietario non è stato trovato in regola con le autorizzazioni per il pubblico spettacolo. I militari sono arrivati intorno alle tre mentre era in corso una festa. L’esercente era in possesso di autorizzazioni per l’emissione di musica fino all’una della notte e poteva fare accedere non più di trecento persone. Nei fatti ne erano entrate un migliaio. A Santa Maria del Focallo, invece, controllata una pizzeria dove, dopo la cena, il titolare aveva rimosso dalla sala tavoli e sedie per dare spazio per dare corso a una serata danzante non autorizzata con un centinaio di persone che sarebbe stata organizzata attraverso il sistema del passaparola. Un gruppo di rumeni era addirittura giunta anche da Catania e da Zafferana Etnea. Al momento dell’irruzione i carabinieri hanno trovato molti dei presenti in evidente stato di ebbrezza alcolica e alcuni sotto l’effetto di droghe. La festa è stata subito sospesa. Il locale era privo dei sistemi anti incendio, non erano segnalate le uscite di sicurezza Il gestore della pizzeria, un modicano di 55 anni, è stato denunciato per organizzazione non autorizzata di pubblico spettacolo e intrattenimento musicale.

Print Friendly
Share