La Cna territoriale di Ragusa a confronto col sindaco Dipasquale. In primo piano le esigenze delle piccole e medie imprese. Fornite rassicurazioni sugli interventi a sostegno degli artigiani

La Cna territoriale di Ragusa ha incontrato il sindaco Nello Dipasquale. A quest’ultimo ha sottoposto l’esigenza, proveniente dagli associati, di conoscere nello specifico i dettagli legati alla presentazione del bilancio di previsione 2012 affinché possano essere tenute nella debita considerazione le esigenze manifestate dalle imprese. L’associazione era rappresentata dai due co-presidenti Salvatore Bellina e Massimiliano Di Maria oltre che dal responsabile organizzativo Antonella Caldarera e dal responsabile provinciale per il Commercio Cna Michele Arabito. Sottoposte al sindaco alcune problematiche: per attivare dinamiche positive di crescita in grado di sfruttare al massimo il ruolo delle piccole e medie imprese; la questione dell’allestimento delle vetrine di San Giovanni, ex palazzo Ina, da riservare ad una esposizione permanente dell’artigianato; delucidazioni sul progetto di recupero funzionale delle botteghe artigianali di via del Mercato a Ibla e di Carmine-Putie a Ragusa superiore che potrebbero rappresentare una consistente valvola di sfogo per i numerosi artigiani presenti nei centri storici; l’accelerazione dell’iter delle pratiche e della cartellonistica da parte del comando dei vigili urbani. Con l’occasione, il sindaco ha comunicato che il Cru ha dato parere favorevole allo sblocco dei Piani di recupero. Tutte questioni che, come quella del Piano particolareggiato ancora senza esito, se risolte potranno garantire uno slancio verso l’alto degli interventi dei piccoli e medi imprenditori la cui attività è presente sul territorio comunale. “Abbiamo presentato le nostre richieste al sindaco e all’Amministrazione comunale – dice Caldarera – e ora tocca all’esecutivo fornirci risposte efficaci rispetto alle tematiche sollevate. Abbiamo inoltre chiesto di intensificare i controlli su tutti i fenomeni di abusivismo e di essere consultati in occasione della rimodulazione delle tariffe di insegne di occupazione suoli, Tarsu e canoni idrici riguardanti le imprese”.

Notizie correlate

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

In primo piano