Torna il riscaldamento al Teatro Garibaldi di Modica

A partire dal  prossimo spettacolo, in programma domani sera, il Teatro Garibaldi di Modica sarà finalmente, regolarmente riscaldato. Oltre agli interventi strutturali all’impianto di riscaldamento di cui la Fondazione si è fatta carico per ovviare a specifici difetti di funzionamento, la sua attivazione è ora finalmente possibile grazie al riallaccio del contatore Enel dopo un anno e otto mesi dal distacco.
Enel ha rinnovato il contratto con il Comune di Modica per la fornitura di energia elettrica al Teatro Garibaldi, dopo che il Comune stesso ha ottemperato agli impegni per il proprio piano di rientro dal debito: la Fondazione comunque, essendo un soggetto giuridico a sé stante, chiederà un contratto a nome proprio, al fine di evitare che in futuro dovessero verificarsi ulteriori inconvenienti e ricominciare i disagi.
“Non è il caso di tornare a ricordare – commenta il Sovrintendente della Fondazione Teatro Garibaldi Giorgio Pace – quanti inconvenienti si sono verificati, quanti danni sono stati arrecati alla Fondazione e quanti disagi ne sono seguiti per coloro che fruiscono il teatro, per le compagnie e per il pubblico: per quanto subìto la Fondazione proseguirà con le azioni già intraprese dal proprio ufficio legale. La Fondazione si è adoperata in questi mesi per ovviare a quanto di propria competenza e quindi innanzitutto al problema del riscaldamento e ora siamo felici di poter annunciare che esso è definitivamente risolto e che abbiamo finalmente raggiunto l’obiettivo che abbiamo testardamente perseguito: ripristinare la normalità e la piena funzionalità della nostra struttura, garantendo lo svolgimento regolare di tutte le attività e la massima accoglienza al nostro pubblico”.

Notizie correlate

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

In primo piano