Share

Ancora una prestazione al di sotto delle aspettative per “il Conte” Giorgio Avola. L’azzurro della Conad in gara a La Coruna per la seconda prova di Coppa del Mondo della stagione si ferma al secondo turno di eliminazione diretta. Avola, dopo aver agevolmente battuto il francese Simon, cede al forte giapponese Ota col punteggio di 12-15. Un match non privo di recriminazioni che ha visto Avola vittima di ben due cartellini rossi e di un discutibile giudizio arbitrale. Nonostante anche in Spagna le cose non siano andate benissimo, Avola conserva il secondo posto nel ranking mondiale grazie ai tanti punti messi in cascina la scorsa stagione. Anche se a La Coruna Avola ottiene il terzo miglior piazzamento tra gli azzurri in gara, chiaramente adesso non si può più sbagliare e nelle prossime cinque tappe del circuito “il Conte” dovrà resettare Parigi e La Coruna e ritrovare la quadratura del cerchio.
Prossimo appuntamento il 4 marzo in Italia, a Venezia, dove si prevede una buona presenza di tifosi modicani che raggiungeranno la laguna per dare una spinta in più al gioiello di casa Conad. Intanto il team azzurro stacca matematicamente il pass per Londra 2012 e questo significa che sicuramente Modica avrà il suo primo rappresentante ai Giochi Olimpici. Sicuramente un traguardo storico, ma adesso si dovrà capire se Avola andrà da titolare oppure da riserva.
In questo intenso weekend di gare la Conad Scherma Modica ha partecipato anche alla prova a squadre del Grand Prix Kinder +Sport di fioretto a Foligno.
La squadra delle allieve composta da Cavallo, Maltese e Scravaglieri è arrivata 15esima, perdendo l’assalto per gli otto contro Frascati per 41/37.
La squadra dei maschietti (Glorioso, Civello e Di Natale) si è piazzata 18esima mentre la squadra composta da Criscione, Cavallo e Caruso 22esima.
“Nonostante un fine settimana non proprio esaltante – afferma il Maestro Eugenio Migliore – praticamente abbiamo matematicamente la certezza con la qualificazione della squadra di fioretto maschile, della presenza del nostro atleta a Londra2012. Un risultato storico! Certo la “corsa” non è terminata, perché bisogna concorrere per guadagnarsi un posto per la gara individuale. E in questi termini la prova di La Coruna non è stata proprio felice. Nonostante Giorgio abbia perso con il giapponese Ota (uno degli atleti più forti del circuito) il rendimento a cui ci eravamo abituati lo scorso anno è certamente superiore, e sono certo è ancora nelle sue possibilità. Sicuramente sta giocando un ruolo molto importante la tensione all’avvicinarsi dell’appuntamento olimpico, e a soffrirne non è solo lui ma anche i compagni di squadra. Sapevamo sarebbe stato difficile, ma ovviamente nulla è ancora compromesso, mancano ancora 5 gare di coppa e Giorgio attualmente è ancora il numero due al mondo. Riguardo gli under14 a Foligno nell’inusuale e divertente prova a squadre, i nostri si sono ben comportati, con le ragazze ad un passo dalle prime 8 e con i giovanissimi e maschietti anche loro fermati solo per poche stoccate dopo un ‘ottimo turno al girone eliminatorio”.

Print Friendly
Share