Share

In un cassetto del soggiorno di casa i carabinieri avevano rinvenuto munizioni e armi. Scattata la denuncia nei confronti di Bartolomeo A., sciclitano, è partito il processo davanti al collegio penale del Tribunale di Modica(presidente Antongiulio Maggiore). Come si diceva, erano stati i militari dell’Arma a denunciarlo a seguito di una perquisizione in Contrada San Giuseppe Annuvolò effettuata il 20 febbraio del 2008, a rinvenire cartucce ovvero undici cartucce, moschetti, oltre due cartucce passive. L’uomo è difeso dall’avvocato Fabio Lucifora. Il magistrato ha deciso di nominare un consulente balistico al quale sarà conferito incarico il prossimo 21 marzo.

Print Friendly
Share