Share

I Carabinieri della stazione di Acate hanno tratto in arresto per furto aggravato di energia elettrica Constantin Pintilie, 51 anni, e Onoriu Pintilie, 56 anni, fratelli rumeni, di fatto domiciliati ad Acate in Contrada Fossati. I due si erano introdotti, previa effrazione della porta, all’interno di un caseggiato di Contrada Fossati di proprieta’ di una signora acatese, quando sono stati sorpresi allacciati abusivamente alla rete elettrica “Enel” attraverso l’utilizzo di un contatore dismesso dallo stesso ente, utilizzando un cavo elettrico di 102 metri circa, posto sotto sequestro. I tecnici intervenuti sul posto quantificavano il furto in 500 kwh circa di energia elettrica. Nello specifico, al momento dell’ingresso da parte dei militari nella casa erano presenti due televisori, un video registratore, carica batterie per cellulari, una stufa elettrica e, nel soffitto, una luce. Gli apparecchi elettrici erano tra loro collegati da una serie di cavi volanti che, intercettati nel loro percorso, portavano fuori dall’abitazione e poi, sapientemente interrati, sino ad un palo Enel, posto a circa 100 metri di distanza in un terreno adiacente. Tale cavo andava a confluire all’interno di un contatore attaccato al palo stesso. I due sono stati anche denunciati per danneggiamento ed invasione di edifici.

Print Friendly
Share