All’Alberghiero di Modica un consiglio di classe finisce con la querela tra insegnanti. Dura presa di posizione dello Snadir

3
60

Ieri pomeriggio si è registrato un increscioso episodio durante la riunione di un consiglio di classe presso l’Istituto Alberghiero di Modica di cui vittima è rimasta un’insegnante di religione presso l’istituto, segretaria provinciale dello Snadir, nonché preposta nel distaccamento di Via Salvatore Minardo. Un atteggiamento inopportuno e violento nei toni da parte di un collega nei confronti della nostra rappresentante, nella qualità di docente, attuato alla presenza di numerose persone, tanto da determinare un malore nell’insegnante, costretta ad essere trasportata al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore dove è rimasta per diverse ore sotto osservazione per le cause che si erano determinate. Sulla vicenda si registra l’interno dello Snadir, il sindacato degli insegnanti di religione e, in particolare, del segretario nazionale, Orazio Ruscica, che esprime pieno sostegno alla Scivoletto e stigmatizza l’atteggiamento del suo collega che, “travalicando i normali limiti di un sereno confronto, ha messo in atto azioni che, sommate ad altre analoghe nel tempo, hanno prodotto un danno fisico e psicologico all’ insegnante presa di mira”. “Tale comportamento – aggiunge Ruscica – oltre che essere inaccettabile in qualsiasi contesto, è intollerabile in un luogo dove i docenti si riuniscono per definire gli obiettivi educativi e programmare le attività e gli interventi didattici finalizzati al raggiungimento degli obiettivi specifici di apprendimento per i propri studenti.
Lo Snadir metterà in atto tutte le azioni necessarie per tutelare la dignità personale e professionale della professoressa”.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

3 Commenti

  1. Non ho avuto la possibilità di esserti alunna, ma so che sei una bravissima persona,di cuore, impegnata nella scuola e nel sociale… Oltre ad augurarti una pronta guarigione spero possa difenderti dignitosamente e vincere su chi sconosce la parola educazione e il rispetto reciproco. Con affetto

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome