CONCORSO “EVVIVA LA MAMMA”, IERI SERA AL CASTELLO DI DONNAFUGATA. ASSEGNATO ALLA SOMALA HAWA ADEN, IL PREMIO “MAMMA SPECIALE”

1
355

E’ andato a Silvana Blandino di Modica il primo premio della 7° edizione del concorso di poesia “E’-vViva la Mamma” con la poesia “La donna vestito di nero”. Per lei anche l’assegno di 600 euro messo a disposizione dallo sponsor Salvatore Giunta di Inoxia, il crest personalizzato, consegnato dal presidente della Provincia, Franco Antoci e un’opera della pittrice Loredana Amenta dal titolo “Madre”. Il secondo premio è andato alla ragusana Enza Giurdanella con la poesia “Frammenti di fiori”. Il crest personalizzato, in rappresentanza del sindaco Nello Dipasquale è stato consegnato dal consigliere Mario Chiavola mentre l’assegno di 400 euro, destinato al secondo premio, è stato messo a disposizione dallo sponsor Salvatore Peluso della Artigiana Dolci che ha anche offerto alcuni splendidi piatti in ceramica di Santo Stefano di Camastra, colmi di biscotti e cioccolato modicano, tra l’altro distribuiti a tutti i concorrenti. Per la Giurdanella anche l’opera del pittore Ignazio Melfi. Infine il terzo premio è andato alla modicana Vincenza Sparacino con la poesia “Il bacio sulla fronte”. Per lei l’assegno di 250 euro messo a disposizione dalla Bcc La Contea, il crest personalizzato consegnato dal capo di Stato Maggiore di Marisicilia Augusta, il colonnello di vascello, Tommaso Perillo. Per la Sparacino anche un omaggio floreale ed un quadro del pittore Carlo La Perna. Sono questi i premiati della settima edizione del concorso a cui si aggiungono 12 menzioni speciali volute dalla giuria presieduta dalla professoressa Grazia Dormiente. La serata di premiazione, ieri sera alla scalinata del castello di Donnafugata, all’interno del parco, ha visto non pochi momenti di vera emozione soprattutto quando è stato assegnato, per la prima volta, il premio speciale “Mamma Speciale”, istituito a partire da quest’anno. Sul palco è arrivata Hawa Aden, la 28enne somala indicata come mamma speciale per essersi ribellata alle violenze e ai soprusi subiti in Somalia e per aver intrapreso un cammino di riscatto della propria dignità e un viaggio per un futuro migliore per il proprio figlio. E Hawa, vestita con abiti tradizionali della sua terra d’origine, ha portato anche il suo bambino, Giorgio, chiamato con questo nome per rendere un omaggio ai medici che l’hanno aiutata a partorire poco dopo essere approdata a Pozzallo al termine dell’ennesimo viaggio della speranza. Sul palco anche l’interprete Muna e un’amica della donna a cui è stato consegnato il crest personalizzato dal prefetto vicario Donatella Ferrara, in rappresentanza del prefetto Francesca Cannizzo. Un piccolo premio anche al piccolo Giorgio, ovvero un simbolico mappamondo mentre Marco Giunta di Giunta Arredamenti, sponsor della manifestazione, ha regalato una cameretta per bambini, un gesto che potrà essere imitato anche da quanti volessero dare un mano per arredare la casa che Hawa sta prendendo in affitto lasciando la casa famiglia che attualmente li ha ospitati. La serata è stata presentata dai giornalisti Giorgio Fratantonio e Patrizia Tirendi. In definitiva una serata intensa fatta di spettacolo, recite di poesie e tante emozioni anche grazie ai vari interventi artistici tra cui il coro Mariele Ventre di Ragusa, diretto da Giovanna Guastella, che ha dedicato le proprie esibizioni alla neo mamma Patrizia Tirendi che presentato a tutti il suo piccolo Marco. E poi la danza e l’arte di Saveria Tumino e Andrea Pannuzzo, le esibizioni dello Studio Pizzo Eventi e la Compagnia del Sol di Enna. La musica è stata curata dall’orchestra di fiati di Modica, diretta dal maestro Francesco Di Pietro, con l’intervento del soprano Adriana Iozzia. Ed ancora l’intervento del maestro Sergio Carrubba che ha accompagnato al piano la lettura delle poesie e ha tra l’altro composto la canzone “A mia madre” che lo stesso Carrubba ha donato all’associazione “E’-vViva la Mamma” organizzatrice dell’omonimo concorso e dell’intera manifestazione. Tra gli ospiti anche Maria Antonella Miccichè, una delle finaliste di Miss Mamma Italia mentre a leggere le poesie vincitrici sono stati Isabella Papiro, Giorgio Sparacino e Alessandro Sparacino. La giuria ha poi deciso alcune menzioni speciali tutte ex aequo andate a Giuseppe Bagarella di Ragusa con “La farfalla e la falena”, Maria Bugliarisi di Pachino con “Di noi”, Rosario Calabrese di Modica con “Anu passatu tant’anni”, Eleonora Lipuma di Niscemi con “Schiaffi d’amore”, Giovanni Schembari di Ragusa con “Rimorsi”, Carla Cavallo di Modica con “Rimpianto”, Enrico Campo di Ragusa con “La mia migliore amica”, Carmela Ventura di Ragusa con “A mia madre”, Federico Guastella di Ragusa con “Provvida madre”, Ioselita Giunta di Vittoria con “Essenza di mamma”, Emanuele Mandolfo di Modica con “D’acqua e d’albero”, Franca Cavallo di Modica con “Ora ca sta scurannu”.

foto studio assenza pozzallo

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

1 commento

  1. …mi congratulo con Enza Giurdanella per il suo premio…non mi risulta però che sia ragusana…secondo me è muricanazza ca scoccia!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome