Lettera aperta ai modicani del consigliere comunale, Migliore

33
98

Miei cari concittadini,
molti di voi sanno che da mesi mi occupo della questione che riguarda l’allocazione del mercato settimanale nel viale Manzoni a Modica alta e malgrado abbia investito tanto tempo,abbia sprecato fiumi d’inchiostro,abbia documentato con immagini l’insostenibilità a svolgere un mercato in quel sito, ho dovuto prendere atto che da mesi parlo a sordi, non perchè affetti da patologia ma perchè quest’Amministrazione si rifiuta di ascoltare o quantomeno di proporre una soluzione che restituisca decoro e sicurezza agli abitanti del posto e dignità operativa a coloro che sono costretti ad operare in condizioni igienicosanitarie da terzo mondo.
Lungo il percorso di questa battaglia che non è solo politica ma prima ancora di civiltà,come spesso accade, mi sono imbattuto in comportamenti di maleducazione ed affermazioni che vanno ben oltre la legalità, tuttavia non mi dico nè sorpreso nè scandalizzato, perchè sono convinto del fatto che ciò sia conseguente al convincimento di alcuni che il rispetto delle regole possa in qualche misura penalizzare il loro interesse economico.
Da consigliere comunale oltre che da cittadino di Modica, mi vergognerei se non continuassi a lottare in nome e per conto di quelle persone, che per l’ignavia, l’arroganza politica che contraddistinguono questo nostro Sindaco e l’assessore(forse) competente al ramo, hanno perso il diritto alla sicurezza, sono prigionieri nelle loro stesse case, sono costretti a vivere una forte tensione per il possibile verificarsi di qualche emergenza che darebbe vita all’impossibilità di normali soccorsi.
E’ venuto il momento che ciascuno risponda delle proprie responsabilità! Se prima dello svolgimento del prossimo mercato,non registreremo alcuna novità, organizzerò un’azione forte di protesta che risvegli qualcuno da quest’insopportabile torpore e se così non dovesse essere, penserò di attivarmi presso gli organi competenti, perchè pongano ordine in una questione che ha assunto ormai le caratteristiche del paradossale.
Questo Sindaco renda finalmente concreto il suo slogan:siamo in mani sicure. Ad oggi, di sicuro c’è il mancato rispetto di alcune leggi e l’assoluto silenzio rispetto ad una legittima istanza dei cittadini.
Certo d’essere nel giusto e di fare una politica che nei fatti, guardi alle esigenze della cittadinanza, andrò avanti fino alla soluzione concreta del problema.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

33 Commenti

  1. Sarei felice che qualche amministratore spiegasse alla cittadinanza il motivo per cui,malgrado i dissidi all’interno della coalizione,le reiterate prese di posizione e le dichiarazioni di lontananza politica del MPA rispetto al PD,l’incapacità politica ad aggredire i tanti problemi della città,ciascuno rimanga al proprio posto,come incollato alla propria seggiola.Ma non si è costretti a credere che quello che più conta è il mantenimento del potere? Ma non capite che si è stanchi di questo modo di far politica?

  2. l’azione forte potrebbe essere chiamare l’ambulanza in una zona off limit per le auto durante il mercato. auguri.

  3. azione forte?caro nele questa è incoscienza quindi non la condivido come azione forte……questo è terrorismo gratuito…….pensa che l’autombulanza lo paghiamo noi e certo non per queste cose……ma lasciamo perdere i problemi politici ed amministrativi si risolvono in altro modo………….mandando a casa chi non sa governare invece di trovare mille scuse e giustificazioni per quanti governano la nostra città, anzi dicono di voler governare…………ma?

  4. Ma perchè ogni volta che si presenta un problema non risolto si parla sempre di mandare a casa?
    Siamo di fronte alla SINDROME DEGLI ALLENATORI: una squadra di calcio va male….e gli allenatori vanno a casa a prescindere dalle attribuzioni delle vere responsabilità.
    Ma PER FAVOREEEEEEEEEEEEEEEEEE !!!!!!

  5. Chiedo al sig. Giunta,ormai noto difensore di questa amministrazione o presunta tale,cosa propone in alternativa,visto che non condivide che chi risulta incapace al ruolo preposto,debba andare a casa.Anch’io sono dell’avviso che si completi il mandato ricevuto dal popolo,ma pretendendo,come dovrebbe fare anche lei,anche se sono i suoi pupilli a governare,che facciano qualcosa e non passino il tempo a rimpallarsi le responsabilità.Cerchi di superare questa sua difesa d’ufficio che non fa bene nè a lei nè ai suoi beniamini.

  6. Povero Ignazio Giunta

    Credo che una risposta del genere, la dovrà tenere scritta a vita

  7. Per “sale & pepe” e “il popolo”

    Spero di poter superare l’elemento “polemica sterile” che questa risposta ai soggetti sopraindicati richiede, ma io esprimo le mie riflessioni personali e me ne assumo “in toto” ogni responsabilità senza caricarla su nessun altro, mentre “il popolo” pretenderebbe di parlare per i cittadini tutti …. nascondendosi dietro un nickname anonimo, così come “sale & pepe”.
    Detto questo mi preme sottolineare che spesso i miei interventi sono a sostegno dell’Amministrazione, appunto perchè ne condivido la linea, a volte, mentre altre volte mi “sforzo” di capire i motivi che hanno generato alcune scelte poco felici.
    Questo per dire che non sono un cieco obbediente e un fedele fans, a prescindere da tutto, e vorrei rimandare ad un mio flash sull’Amministrazione (LA POLITICA DEGLI SCACCHI) che mi sono permesso di inviare alla redazione di radiortm ma che fino ad ora non ho avuto il piacere di leggere in questo sito, per cui pregherei la redazione di riprenderlo, salvo diversa decisione.
    Grazie – Ignazio Giunta

  8. Egregio sig. Giunta,non sempre l’utilizzo d’un nick name rappresenta la volontà di nascondersi,può invece significare di non essere interessati ad una sorta di protagonismo.Lei ricorda che una volta è stato critico verso quest’amministrazione,ma ricorderà anche che tante decine di volte è stato buonista se non difensore ad oltranza e molto pungente sempre verso la parte politica avversa.Quello che mi piacerebbe rilevare,senza alcuna vena polemica,che al di là dei propri convincimenti ideologici,si riuscisse ad utilizzare sempre la stessa bilancia con tutti.Lei usa il bilancino per alimenti per i suoi e la pesa pubblica per automezzi per i suoi avversari.E’ chiaro che il bilancino per alimenti falserà il peso delle responsabilità di alcuni,mentre la pesa pubblica rileverà interamente le pecche degli altri.Siccome le riconosco una certa maturità,potrebbe usare lo stesso strumento per tutti.

  9. Ignazio Giunta il paladino dell’insostenibile.
    Lei per un pezzo ha bersagliato RadioRtm su tutto e per tutto.
    Invece di sostenere alcuni Consiglieri che stanno lottando giorno per giorno per la città.
    QUesto fatto del mercato di Modica Alta è un pronlema e se non mi ricordo anche lei è stato caustico nei confronti dell’amministrazione.Ora credo che bisogna come cittadini interpellati ad aiutare, ad aiutare effettivamente.Io credo che una azione sinergica del Consigliere possa essere di grande aiuto all’Amministrazione per risolevere il problema. In caso di difficoltà l’Amministrazione ha sempre un capro espiatorio(Migliore) a cui poter scaricare eventuali defaiance non sopportati dagli ambulanti.
    COn paicere per il suo interessamento saluti

  10. …siamo talmente abituati a non vedere la luce che non proviamo nemmeno ad accendere una candela…

  11. Mi piace riprendere il discorso dall’appunto filosofico di “verità” che trovo altamente significativo.
    Proviamo, cioè, a guardare in faccia la realtà e le sue probabili evoluzioni.
    Detto questo sento doverosamente di dover fare delle precisazioni:

    1. Nel mio primo commento ho parlato di PROBLEMA NON RISOLTO, non di comportamento giusto dell’Amministrazione, riconoscendo, quindi, che c’è un GRAVE PROBLEMA da affrontare adeguatamente, senza per questo difendere un’Amministrazione al momento inadempiente

    2. Il commento successivo tendeva a stigmatizzare la polemica che mi vuole sempre, e per partito preso … o per il classico “OBBEDISCO”, difensore dell’Amministrazione, NON E’ VERO, come ho provato a spiegare.

    3. Sempre pronto a collaborare, con ogni azione possibile:indagine sul territorio, questionario ai cittadini del quartiere e non, dibattiti mirati, con tutte le forze sociali e politiche che intendono dare risposte quanto più ottimali possibili ai RESIDENTI, AGLI OPERATORI DELLE BANCARELLE, ALLA CITTADINANZA interessata al MERCATINO RIONALE.
    Cordialmente a tutti i BLOGGER coinvolti il mio saluto.
    ignazio Giunta

  12. cittadino modicano, la mia era una ipotesi provocatoria, ma attendibile. Infatti potrebbe accadere veramente ad un residente, nella zona interdetta al traffico durante il mercato, di avere bisogno dell’ambulanza.

  13. Ora è necessario un intervento serio da parte di tutti i concittadini di Modica Alta.
    Sono necessari tutti i consiglieri di Modica alta e non per sostenere questa battaglia. E’ assurdo lasciare le cose a metà.

  14. Volete vedere che ora i vari blogger che scrivono sempre su questo ed altri siti si nascondono come conigli e non fanno a scrivere parole e parole. vedremo, spero di sbagliarmi per il bene della città

  15. Maestro Giunta Effettivamente bisogna prendere atto che Lei è stato veramente sull’Aventino, oltre a quello che Le ho già detto posso solo aggiungere che riguardo a: “indagine sul territorio, questionario ai cittadini del quartiere e non, dibattiti mirati, con tutte le forze sociali e politiche che intendono dare risposte quanto più ottimali possibili ai RESIDENTI, AGLI OPERATORI DELLE BANCARELLE, ALLA CITTADINANZA interessata al MERCATINO RIONALE.” sono inutili e potrebbero sembrare una presa in giro, i fatti sono troppo evidenti, l’aaministrazione non riesce a controllare in nessun modo il mercato di Viale Manzoni, il problema è decennale e in questi due anni si è solo menato il can per l’aia, lasciando irrisolto il problema.
    Dovete, anche Lei oltre all’Amministrazione, rendervi conto che i gli abitanti sono ostaggio per quasi 24 ore (iniziano a posteggiare il pomeriggio precedente, di un mercato che non ha nulla di regolare e il costo in qualità della vita per i residenti è troppo alto.
    Anche in questo caso, come è successo altre volte, il Consigliere Migliore, ha alzato il tiro per dare una scossa alla mancata presa di coscienza di chi dovrebbe dare le giuste risposte.
    I video e le foto accumulati dal consigliere Migliore non lasciano spazio ad ulteriori rinvii e a soluzioni strambalate. Il mercato và chiuso e poi con i tempi biblici dell’amministrazione và eventualmente prima regolamentato, fatti pagare gli oneri e poi riaperto. Allo stesso tempo tutti gli ambulanti abusivi vanno allontanati dalla Città, così come avviene nei comuni limitrofi. Tutto questo non ha un costo, il bilancio del comune non verrebbe intaccato.

  16. Residenti organizzamioci in questo modo

    tutti i residenti paralizzeremo la strada cioè Viale Manzoni in modo che alle 6:00 nessuno può entrare.
    Poi ci sediamo tutti a terra sia a Piazza Italia e sia alla fine di Viale Manzoni in modo che l’istituto penitenziario rimanga fuori, le scuole sono chiuse e quindi siamo apposto.
    Ogni persona che vorra uscire o entrare sarà accompagnata con un flusso di macchine.
    Avviseremo la polizia e un’ambulanza per presiedere il nostro sciopero.
    Commercianti abusivi è finita.

  17. Caro Giorgio Cappello, forse hai dimenticato di aggiungere: “tutti i residenti contrari al mercato rionale”.
    Per quanto mi riguarda la manifestazione, se legalmente autorizzata, è significativa delle reali intenzioni dei cittadini residenti ma, forse,non tiene conto di una volontà popolare diversa da quella qui espressa. Ecco perchè bisogna pensare ad un confronto democratico, per evitare il prevalere di volontà che vogliono strumentalizzare l’evento asservendolo ai propri scopi.

  18. Ignazio Giunta, a proposito della Sindrome degli Allenatori, le ricordo che IL PESCE PUZZA DALLA TESTA.

  19. Sono daccordo con Fausto Righi sul detto che il “PESCE PUZZA DALLA TESTA”. Ma è un luogo comune che non sempre trova giusta relazione, e, poi, quale sarebbe, per esempio, la testa che ha retto questo pesce che puzza? Stante le diverse “TESTE” che si sono alternate nel tempo.

    Forse, ma è la natura di un BLOG ed il sale delle conversazioni, abbiamo dato troppo spazio alle polemiche di vario tipo che si sono succedute su questo tema e su altri in generale, ma vorrei focalizzare alcuni punti salienti:

    1. L’Amministrazione attuale ha preso in pugno l’Ente pur consapevole della disastrosa situazione finanziaria per provare (con discreto successo fino ad ora) a riportare la città su binari consoni al SUO STATO.
    2. Sono state superate, con cadenza quotidiana e una dopo l’altra ( ma senza la caratteristica della navigazione a vista), diverse difficoltà che inizialmente sembravano insormontabili.
    3. Ci sono state e ci sono delle situazioni particolarmente ingarbugliate che necessitano ancora di specifiche attenzioni e, soprattutto, di tempo per la loro migliore definizione.
    4. Ci sono stati e ci sono incidenti di percorso interni ad una coalizione di maggioranza che, pur avendo un programma in comune, deve fare i conti con il proprio elettorato e le rispettive linee di partito.
    5. In tutto questo ci sono esternazioni di sostegno aperte o accennate, così come esternazioni di disconferme dai sostenitori o oppositori.
    Io stesso ho avuto occasione di sostenere l’Amministrazione, così come, in alcune circostanze ho espresso la mia disapprovazione, scatenando le polemiche di oppositori e a volte di denigratori puri che mirano esclusivamente a “sguazzare nel pantano”.

    Detto questo, mi sembra che le vicende che si sono susseguite all’interno dell’Amministrazione BUSCEMA sono configurabili in una regolare gestione dove entrano in gioco tantissimi elementi:
    SITUAZIONE ECONOMICA
    BUONA AMMINISTRAZIONE
    RAPPORTO INTERNO ALLA COALIZIONE STRIDENTE MA COMPATTO
    OTTIMO IMPEGNO DA PARTE DEGLI ASSESSORI
    DIFFICOLTA’ A GESTIRE SITUAZIONI PREGRESSE
    DIFFICOLTA’ A GESTIRE UNA CITTA’ COMPLESSA E BISOGNOSA DI MOLTE RISPOSTE SUL PIANO DELLA VIABILITA’, PARCHEGGI, ASSISTENZA SOCIALE, SCUOLE E SANITA’.

  20. Fausto Righi ha ragione nell’aver fatto un profilo al sig.Giunta.
    Il Sig. Giunta sta insinuando che il Consigliere Migliore sta facendo questa lotta per propria propaganda. pazienza questa è la sinistra.

  21. ” per evitare il prevalere di volontà che vogliono strumentalizzare l’evento asservendolo ai propri scopi”.
    Maestro Giunta, Lei vuol fare un torto alla sua intelligenza. Il suo riferimento è chiaro e ancora una volta mostra la sua capacità di analisi critica a senso unico. Il suo pensiero non fa una piega, ma non è un vestito che si addice a chi lei vuol fare intendere. Oppure dovrebbe essere molto più chiaro.
    La persona a cui lei fa riferimento è l’unica assieme all’assessore Calabrese che per attività privata o professione, mai potrà essere colto in conflitto con l’incarico che svolgono.
    Le faccio una sola domanda:
    quante volte questa amministrazione ha condiviso un azione, dico una, con l’opposizione?

  22. X Franco e peperoncino
    Complimenti per la vostra acutezza politica, arrivate a delle conclusioni veramente eccezionali. Ecco un esempio di denigratori tout-
    court.

    Al consigliere Migliore i miei auguri (sinceri e reali) per la sua campagna relativa al MERCATO RIONALE, per cui mi sento di offrire la mia piena collaborazione, che si possa arrivare alla migliore soluzione per tutti i soggetti coinvolti: residenti, non residenti, operatori.
    Spero che questa affermazione possa togliere ogni dubbio sulle reali intenzioni, visto che c’è sempre qualcuno che vuole fare del sensazionalismo a scapito della collettività.

  23. Ignazio Giunta, non giochi con le parole. Non occorre una testa, come lei afferma, per reggere il pesce. IL PESCE galleggia, come altre sgradevoli cose. Con l’espressione IL PESCE PUZZA DALLA TESTA, si intende, come lei sa, anche se finge di non sapere, che una struttura, un ente, un’impresa, un’organizzazione, quando vanno a scatafascio, come nel caso in esame, ci vanno per la responsabilità o, se preferisce, per l’IRRESPONSABILITA’ dei vertici. Come vede anche io so giocare con le parole, solo che io gioco per dire cose serie.

  24. Lungi da me l’intenzioe di giocare con le parole, come lei, Fausto Righi, vuole sottolineare .. preferisco operare seriamente come tutte le persone di BUONA VOLONTA’ e lasciare da parte polemiche distruttive per dare un contributo positivo e fattivo.
    Il MERCATINO RIONALE di VIALE MANZONI è uno dei grandi problemi irrisolti che l’AMMINISTRAZIONE si trascina da tempo, ebbene svoltiamoci le maniche e cominciamo a fare passi significativi per sviscerare il problema in tutti i suoi aspetti sia nel caso in cui si voglia mantenerlo sul posto, sia nel caso in cui si voglia, e possa, spostarlo in altro sito. Resto a disposizione, anche sotto la supervisione o coordinamento del consigliere MIGLIORE, per “posare la prima pietra” per una risposta a questo importante e vitale quesito.

  25. Sig. Fausto lei è un personaggio poliedrico poichè spara senza mirino.
    Da Daisaku Ikeda a Ignazio Giunta ai balconi fioriti.
    Quindi vicende non serie e serie.
    La strumentalizzazione verso la denigrazione dei costruttori della vera pace fanno riflettere sulla sua verà personalità.
    Bisogna essere coerenti e non persone che hanno solo fini personalistici e privi di logica.
    Il Mercato di Modica alta rappresenta un’altro argomento privo di fondatezza.

  26. Sig. Lo Spirito, lei non mi rende giustizia. Io sono molto poliedrico. E sparo da angolazioni diverse, su diversi bersagli, con una mira eccellente. Lei neanche immagina tutte le mie sfaccettature, e dimostra di non capire che, per quanto diverse, queste sfaccettature sono tutte accomunate dall’identico spirito – non certo il suo – di non tollerare le ingiustizie, in alcun caso. Che delle vicende siano serie, o non lo siano, è una questione di punti di vista. Per me è serio, e merita attenzione, tutto ciò che è ingiusto. Se ancora lei ha il coraggio di definire certa gente ‘costruttori della vera pace’ io le comunico che non ho tempo da perdere con chi si ostina a negare l’evidenza. A volte l’alcool, mi scusi , lo spirito, può dare alla testa. Come dimostra l’appartenenza a certe sette.

  27. Credo che i problemi seri sono difficili da affrontare.Io credo che dobbiamo fare Sindaco Ignazio Giunta e dopo siamo doppiamente in mani sicure. Se viene l’assessore Frasca siamo in terna mani sicure.
    Che sicurezza.
    Intanto al mercato di Modica alta resta una schifezza. Che importa in quei luoghi vi abitano degli animali.

  28. “cittadino modicano” vuole fare passare un messaggio che nessuno ha mai ipotizzato e per fare questo estremizza il malcontento aizzando i residenti del quartiere in cui insiste Viale Manzoni e tentando di ridicolizzare chi si adopera per la soluzione ottimale di un problema annoso e grave.
    per il resto meglio un “NO COMMENT” dignificativo .
    Cordialità

  29. i riferimenti di NELE hanno senso e permettono di vedere le cose con un’ottica diversa.

    politici,giornalisti,cittadini modicani,dipendenti il mercato di Modica alta in queste condizioni va SOSPESO.

    appena avete le condizioni sufficienti lo aprite.

    Io saro il primo che mi sentirò male durante il mercato e chiamando i soccorsi manderò in galera tutti.

  30. 12 Maggio 2010 – alcuni giornali –

    Gela, ambulanti lasciano troppi rifiuti. Commissario fa chiudere il mercato settimanale

    Il commissario straordinario del Comune di Gela, Rosolino Greco, ha ordinato la sospensione del mercato settimanale, perché gli ambulanti il martedì lasciano la via Falcone e Borsellino stracolma di rifiuti. L’amministratore aveva minacciato più volte il provvedimento di chiusura dell’area mercatale, perché aveva notato che i commercianti la lasciavano sporca, malgrado venissero forniti loro appositi sacchi numerati. Dopo numerose multe e diffide è arrivata l’ordinanza di sospensione, perché “lo svolgimento del mercato settimanale – si legge nel provvedimento – continua a creare gravi inconvenienti igienico-sanitari e di decoro alla città; perché i rifiuti (sacchetti di plastica, fogli di carta, scatole e cartoni) invadono aree libere tra cui quelle del nuovo palazzo di giustizia di prossima apertura; perché questi inconvenienti si ripetono ogni settimana”. Un duro colpo per i circa mille commercianti di varie province siciliane che affollano il mercato settimanale e che a Gela hanno sempre fatto affari d’oro. Adesso si tenta di correre ai ripari. I sindacati degli ambulanti hanno chiesto un incontro con il commissario.

  31. Ben venga un giro di vite significativo, però procediamo per gradi:

    1. Preavviso di sospensione se perdura lo stato di precarietà relativamente alla situazione igienico-sanitaria e sicurezza durante lo svolgimento del mercato;
    2. Allontanamento di tutti gli abusivi;
    3. Colpire gli inadempienti per evitare di penalizzare gli osservanti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome