Share

Dal 19 febbraio la Questura di Ragusa attuerà la II Fase del progetto del Passaporto Elettronico, che comporta il rilevamento delle impronte digitali di ogni cittadino di età superiore agli anni 12 per il successivo inserimento nel microchip contenuto nel libretto del passaporto, stante che le stesse non possono, per legge, essere acquisite in banche dati. Pertanto, da quella data, le istanze di rilascio del passaporto dovranno essere presentate dagli interessati personalmente ed esclusivamente all’Ufficio Passaporti della Questura ed ai Commissariati di P.S., per il rilevamento delle impronte digitali per il passaporto elettronico.
Premesso quanto sopra, ai fini di una razionale distribuzione degli utenti negli Uffici di Polizia della Provincia si prevede quanto segue:

i residenti nei Comuni di Chiaramonte Gulfi, Giarratana, Monterosso Almo e Ragusa si rivolgeranno all’Ufficio Passaporti della Questura;
i residenti nei Comuni di Comiso e Santa Croce Camerina si rivolgeranno al Commissariato Polstato di Comiso;
i residenti nei Comuni di Ispica, Modica, Pozzallo, Scicli si rivolgeranno al Commissariato Polstato di Modica;
i residenti nei Comuni di Acate e Vittoria si rivolgeranno al Commissariato Polstato di Vittoria.

Le stazioni dei Carabinieri continueranno ad accettare le sottoelencate istanze relative a documenti di espatrio che non necessitano di acquisizione di impronte:
1.istanze di rilascio dei passaporti per i minori con età inferiore agli anni 12;
2.istanze di convalida all’espatrio dei certificati di nascita per i minori degli anni 15;
3.istanze di proroga quinquennale di passaporto.

Print Friendly
Share