Modica: Cerimonia di consegna del premio Giovan Pietro Grimaldi Al fisico Vito Latora che studia le reti complesse con ottimi risultati

0
100
Con una sobria cerimonia è stato assegnato, stamani, al fisico prof. Vito Claudio Latora il Premio Giovan Pietro Grimaldi. Il premio di 5000 euro è andato al giovane studioso, appena 39 anni, per il miglior lavoro di Fisica realizzato in una Università Siciliana nel quinquennio 2002-2007, così come recita l’art. 7 dello statuto della Fondazione. La consegna del premio è stata fatta del Presidente dell’Accademia Gioenia di Catania, prof. Giorgio Montaudo. Il prof. Vito Claudio Latora, tra gli aspiranti al premio, si è distinto per avere ottenuto risultati eccezionali sia proponendo idee e procedure di analisi nuove nelle teoria delle reti complesse. Attualmente svolte l’attività di ricercatore di Fisica teorica al Dipartimento di Fisica dell’Università di Catania. Il premio è organizzato di concerto con l’Accademia Gioenia di Scienze Naturali di Catania. Presenti il pro rettore dell’Università di Catania, prof.ssa Maria Luisa Carnazza, il presidente dell’Accademia Gioenia, prof. Giorgio Montaudo, il presidente della Fondazione prof. Orazio Sortino ha sottolineato che l’occasione della consegna del premio Giovan Pietro Grimaldi è utile per continuare a compiere un ruolo importante per la formazione, per la divulgazione proponendosi, la Fondazion,e come libero luogo culturale. Sul valore della ricerca, soprattutto quella astratta che sta alla base di quella tecnica e senza la quale quest’ultima non sarebbe possibile, si è soffermato il prof. Giorgio Montaudo che subito dopo ha proceduto a consegnare il premio al prof. Vito Latora. Il premiato, grazie all’ausilio di alcune slide, ha conversato sul concetto di reti complesse: il volo di uno stormo di uccelli, il capannello di gente che conversa, le interlocuzioni in un ampio luogo di riunione. Sono queste interrelazioni che hanno refluenze non solo nel sociale ma anche nel meccanismo fisico; interrelazioni utili a riflettere su sistemi a rete complesse. Interessanti infine le illustrazioni operate dal prof. Emanuele Rimini sull’applicazione tecnologica nell’ hi – tech: DVD,Hard Disk e pen drive e tra poco con i blue – riv che inonderanno il mercato come ultimissimo strumento di conservazione delle informazioni con una capacità di deposito straordinariamente più grande rispetto a quelle attuali.
La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome